Le 4 zone della Corsica

Cat. -

REGIONI DEL GRANDE VALINCO E DI AJACCIO

Partiamo a vedere questa magnifica e selvaggia parte della Corsica da Appietto suddivisa in tre borghi alle pendici di una montagna e dalla tipica macchia mediterranea offre ai suoi ospiti le rovine del castello medievale, la rocca de Gozzi e una magnifica spiaggia con nella parte nord qualche piccola cala.

A seguire incontriamo Ajaccio situata nella parte meridionale della Corsica e racchiusa tra Sagone e la regione del Valinco, è molto apprezzata sia per le sue innumerevoli e bellissime spiagge, sia per la storia della città di Ajaccio sotto il regno di Napoleone, infatti, questa città storica è ricca di monumenti, musei, la torre genovese di Capo di Feno e al confine con Porticcio la Torre di Capitello gode anche dello splendido scenario delle Isole Sanguinarie, un aricpelago composto da 4 isole che regala panorami indimenticabili.
Attaccata da Ajaccio abbiamo Porticcio, dove si potranno ammirare oltre alle sue bellissime spiagge, molto diverse da quelle di Ajaccio, la Torre di Capitello antico rifugio di Napoleone Bonaparte con una splendida vista sul Golfo di Ajaccio, e nell’entroterra le rovine della Torre di Frasso in stile pisano-romano.
Questo bellissimo tratto di costa racchiude in se numerosissime spiagge delle quali ne citiamo solo alcune Capo di Feno, Cricca di Frati, Dolce vita, Macumba attrezzata per persone a mobilità ridotta, Le Calanque, Marinella, Ricanto dove l’estremità più a sud è riservata ai nudisti, spiaggia di Capitello, Marina Viva, Spiaggia di Agosta, Isolella e Rupione.

Spostandoci a sud incontriamo la località di Coti-Chiavari che vanta un golfo incontaminato, le torri genovesi, la chiesa di San Giovanni Battista dall’affascinante campanile in pietra e un sentiero che conduce al penitenziario abbandonato di Chiavari, ed inoltre bellissime spiagge come spiaggia d’Argento, Mare e Sole e Portigliolo.

Le regioni del Sartenais, Valinco, Taravo conservano numerose vestigia storiche tra cui alcuni siti tra i più importanti dell’isola, Porto Pollo situata nel Golfo di Valinco, è un piccolo porto di pescatori, conosciuto anche per le immersioni subacquee e le splendide spiagge di sabbia fine come Cupabaia e le sue calette, Porto Pollo, Taravo e Tenutella. arrivando ad Olmeto " la terrazza del Valinco " arriverete in un borgo pittoresco, una piccola oasi di pace tra mare e montagna, anche famoso luogo di pellegrinaggio con le sue magnifiche cappelle. la chiesa di Santa Maria e 20 km di spiagge tra le quali Abbartello, Scodineri, Capocciolo e la Cala di Calanca, Marinca e Baracci.

La lunga valle del Taravo che si estende dalle rive del Valinco e risale verso il centro della Corsica si divide in 2 territori, il basso Taravo e l’alto Taravo. Nel basso Taravo si trova il sito preistorico di Filitosa, si tratta di un vecchio centro culturale megalitico. La grande specialità di questa regione sono i salumi la cui qualità è famosa da sempre.

Ritornando a scendere verso sud si raggiunge Propriano piccola città storica costituita da vicoletti, case fortificate aggrappate alla roccia, macchia selvatica e vigneti, siti archeologici e un magnifico litorale offre ai suoi ospiti la possibilità di rilassarsi su una drlle bellissime spiagge della zona, scoprire il territorio con escursioni in mare e gustare prelibatezze nei ristorantini che proporranno le specialità della pesca locale. A sud del golfo del Valinco si potranno visitare la Torre fortificata di Campomoro. A soli 15 minuti da Propriano vale la pena fermarsi a Sartène, considerata la porta della Corsica del sud, sulla Piazza del porto si snodano una serie di strette viuzze lungo la città vecchia e un’area pedonale dove si trovano numerose botteghe dell’artigianato locale.
le spiagge della zona partono da Baracci, Sampiero, Mancinu, Lido, Puraja, Laurosi, Portigliolo.

Nell’interno troviamo Sartene la più corsa delle città corse, ricca di vicoli medievali, conserva ancora oggi la torre dell’Echauguette e il passaggio di Bradi che congiunge la città vecchia con la nuova., è circondata dalla macchia e dai vigneti, e possiede un litorale lungo 33 chilometri che si estende da Campomoro a Rocapina.
Le spiagge del litorale da visitare sono Campomoro, Cala d’Arana, Cala de Conca, Tivella, Cala Lunga, Tizzano, Cala de l’Avella, Tralicettu, Argento. Erbaju e Roccapina.

L’ultima località che tocchiamo come sud ovest è Pianottoli - Caldarello, un paesino composto da due fazioni, entrambe in riva al mare che hanno saputo mantenere quell’aspetto e quell’architettura tipica dei villaggi del sud. Nella zona da visitare il sito archeologico di Padoula, la torre di Figari e la torre di Caldarello. La meta è fortemente consigliata agli amanti delle immersioni, grazie ai fondali di rara bellezza di quest’area ne citiamo alcuni quali Bruzzi, Capo Difeno, Chevano, Les Moines, per gli amanti del mare le spiagge da non perdere Furnellu, Arbitru, Chevanu che è una delle più belle spiagge di Corsica, e San Giovanni.


Per l'informativa sulla Privacy, consulta la home page del sito